Home

facebooktwittergoogle_pluslinkedinmail

L’ESSENZA DI BAMBINI VITTIME

Bambini Vittime nasce nel 1999, con l’intento di raccogliere e attuare nella pratica le proposte in tema di cooperazione decentrata allo sviluppo umano emerse nel corso del Convegno Internazionale tenutosi in quello stesso anno a Genova, Palazzo Ducale. Centralità del tema erano i bambini vittime di abusi, di fame e povertà, di guerre e malattie, di ignoranza.
Nel corso degli anni possiamo dire con fierezza di essere riusciti a realizzare i nostri obiettivi, muovendo da un preciso approccio culturale, non solo assistenziale ma anche e soprattutto coinvolgente, sotto i peculiari profili:
– dell’autodeterminazione per uno sviluppo endogeno o autosviluppo, a partire dalle aspirazioni e dalle peculiarità di ogni comunità di donne e bambini interessate;
– della partecipazione per uno sviluppo popolare capace di coinvolgere le persone e di produrre fra di esse un cambiamento;
– della territorialità e la socialità per uno sviluppo coordinato ed integrato all’interno di una specifica comunità locale;
– della relazione per un accompagnamento reciproco e un mutuo sviluppo fra comunità del Nord e del Sud del mondo;
– della sensibilizzazione per uno sviluppo che faccia dell’educazione alla mondialità il propulsore e la ricaduta necessaria sul territorio.
Nel corso degli anni la nostra Associazione è cresciuta non poco; e questo non solo grazie ai soci “storici” ma anche grazie ai numerosi nuovi arrivati nel corso degli anni, giovani che dopo uno stage in Associazione hanno scelto e scelgono di restare con noi come volontari. Nuove ricerche rivelano, infatti, che la partecipazione sociale dei giovani sta mutando: a muoverli non sono più solo i grandi ideali, quali la fede o il credo politico, ma, piuttosto, cause specifiche e universali, l’ambiente e i diritti civili possono essere temi emblematici. L’impegno, poi, non è più tanto nelle grandi organizzazioni, bensì in piccole Associazioni come la nostra.