Un fiore per un bambino

Il Convegno “Un fiore per un bambino”, anch’esso realizzato nel 2004, è stato organizzato in collaborazione con l’Associazione “La Mimosa Onlus” presso l’Aula Magna dell’Istituto Giannina Gaslini di Genova.
La finalità del Convegno è stata quella di porre l’attenzione sulla figura dei bambini come creature bisognose di affetto, calore e protezione soprattutto nei momenti difficili come quelli della malattia e della sofferenza.
Durante il dibattito è emerso come anche un fiore o un animale possono essere utili per dimenticare le difficoltà e i disagi ed aprire la mente a ciò che può dare gioia ed allegria: i fiori vengono visti come simbolo dei prati in cui correre, saltare e giocare; gli animali rappresentano gli amici che stanno vicini nel momento del bisogno ed aiutano a sopportare e superare i “momenti brutti” che si possono incontrare nella vita.
Grande rilievo è stato dato alla Pet-Therapy, ossia all’attività e terapia assistita dagli animali: da ricerche scientifiche è emerso come la presenza di un animale domestico sia importante e rappresenti un vero rimedio. Si è osservato che la presenza degli animali contribuisce a migliorare nei bambini il processo di crescita e sviluppo diminuendo l’ansia, facilitando i meccanismi di apprendimento ed accelerando l’acquisizione di abilità
e competenze. Gli animali vengono impiegati come veicolo per le esperienze ludico-motorie, educative e formative.
La presenza di un animale contribuisce a incoraggiare la socializzazione, potenziare le abilità comunicative, stimolare l’attenzione, potenziare la memoria, stabilire legami affettivi, acquisire senso di responsabilità, controllare ansia ed eccitazione, migliorare l’autostima,esercitare la manualità, migliorare le abilità motorie
Gli animali coinvolti possono essere diversi:cani, gatti, piccoli roditori (criceti), furetti, uccelli da voliera, pesci d’acquario.